Il blogger che cerca lavoro

La vita da precario di Maisto scandita dai post su Facebook

di CLEMENTE DONADIO

Vince. nzo Maisto, 31 anni, presenta oggi alla Feltrinelli di Salerno alle 18 il suo primo libro “Distruggere i sogni altrui esponendo la realtà oggettiva” (Echos Edizioni, pp. 136, prezzo 10 euro), un insieme di post, pubblicati sulla pagina Facebook dall'omonimo titolo del libro. «La pagina Facebook nasce nel 2011 – racconta lo scrittore salernitano – Sono arrivato ad avere tanti followers perché ho scoperto di non essere l’unica persona cinica in questo paese. Quando qualcuno esprime pubblicamente e incautamente i propri sogni e le proprie aspirazioni servirebbe un personaggio come quello che ho creato che esponga con chiarezza la realtà oggettiva». Centotrentasei sono le pagine che racchiudono le avventure del signor Distruggere, cioè Miasto stesso definito così dai fan che dalla creazione della pagina continuano a seguirlo in ogni suo passo esprimendo complimenti e dando consigli, rispecchiandosi nella sua vita di giovane alla ricerca del lavoro. Il precariato è infatti il tema principale, raccontato e visto con occhi del tutto cinici.

Il libro viene diviso in due parti. In compagnia del pitone Melissa, davvero esistito nella vita di Vincenzo Maisto, l’“amica” che tutti non vorrebbero avere o la nemica che tutti desidererebbero in quanto non parla e non sente, il signor Distruggere narra la sua storia dall’ultimo anno dell’università, per conseguire la laurea specialistica presso la facoltà di Architettura, fino alla creazione della pagina Facebook. Le pagine trattano di avvenimenti reali che vengono estremizzati ed enfatizzati fino a diventare particolarmente umoristici: esami universitari inverosimili, esperienze lavorative assurde e difficili convivenze, il tutto raccontato dalle ciniche parole di un ragazzo alle prese con la propria vita. «Il libro è stato scritto nell’arco di anni – spiega il signor Distruggere – Sono i post che ho scritto su Facebook ad aver dato vita al mio libro. Ogni post raccontava un’esperienza di vita molto ironizzata e resa irreale». La seconda parte del libro è dedicata ad un’analisi ironica e cinica sulle

favole, un’appendice dal nome “I sogni son desideri”. Dopo esperienze fuori sede e varie vicissitudini, Maisto attualmente gestisce un negozio e- commerce di beni di lusso di Positano. Oggi alla Feltrinelli l’attore Danilo Napoli leggerà alcuni passi del libro.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Salerno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

LA PROMOZIONE

Pubblicare un libro gratis