Quotidiani locali

Candele e lanterne per Daniele

Sulla spiaggia di Santa Teresa gli amici salernitani hanno ricordato l’imprenditore morto a Ibiza

Un grande cuore disegnato sull’arenile, circondato da candele bianche e lumini, con al centro la scritta “Dani” e lanterne cinesi “librate” in volo, a simboleggiare la libertà.

Così gli amici di Salerno hanno voluto ricordare, ieri sera, sulla spiaggia di Santa Teresa, Daniele Trezza, l’imprenditore della movida deceduto, il giorno di ferragosto, in un incidente stradale a Ibiza. Una fiaccolata che è stata organizzata in contemporanea con quella pianificata sull’isola spagnola, a Soul Beach, la spiaggia dell’anima, in una sorta di gemellaggio virtuale per non dimenticare Daniele.

A Salerno la cerimonia si è svolta in religioso silenzio, nonostante fossero moltissime le persone accorse per salutare il 37enne. Un incontro tra amici, per ricordare il vecchio e fidato amico che non c’è più.

Tra i tanti anche la “sorella-cugina”, come era solito chiamarla Daniele, Gemma Massa. Con gli occhi velati dal pianto e la voce roca dal dolore, Gemma ricorda il suo familiare: «Siamo rimasti tutti allibiti e increduli quando ci è stata comunicata la ferale notizia – evidenzia – perché Daniele, nonostante fosse partito a 19 anni da Salerno, non aveva mai rotto i ponti con il suo passato. Ultimamente, a causa dei tanti impegni, tornava sporadicamente ma ogni volta che veniva in città era una festa, per noi e per lui». La decisone di fare la fiaccolata sulla spiaggia di Santa Teresa ha una spiegazione logica: là Daniele aveva trascorso la sua giovinezza, in quel luogo era cresciuto, assieme ai suoi amici del centro storico. «Non potevano scegliere un posto diverso – rimarca Alessandra Laurenzano, amica di vecchia data – perché Daniele amava la spiaggia di Santa Teresa, che era il simbolo della sua adolescenza».

E, probabilmente, l’happening celebrativo si è svolto proprio come voleva Daniele, che amava la “notte” e proprio con i locali del by night aveva creato la sua fortuna. Con l’apertura dell’Elephant a Ibiza, che era stato inaugurato a fine luglio, il 37enne aveva coronato un sogno. Ma tutte le sue speranze e i suoi progetti si sono infranti quel maledetto 15 agosto, quando sulla strada per Playa d’en Bossa il fato tragico ha voluto che la vita di Daniele fosse spezzata per sempre.Ironia della sorte Dany non amava guidare. Girava in taxi. Quel giovedì mattina, invece, si era fatto prestare una moto da un amico.

Gaetano de Stefano

©RIPRODUZIONE RISERVATA

GUARDA LA FOTOGALLERY

E COMMENTA

WWW.LACITTADISALERNO.IT

Trova Cinema

Tutti i cinema »

TrovaRistorante

a Salerno Tutti i ristoranti »

In edicola

Sfoglia la Città di Salerno
su tutti i tuoi
schermi digitali. 2 mesi a soli 14,99€

ATTIVA Prima Pagina
ilmiolibro

Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.