Quotidiani locali

Candele per Dany sulle spiagge
di Santa Teresa e Ibiza/LE FOTO

Questa sera la cerimonia in spiaggia in memoria del 37enne morto in un incidente alle Baleari

A Ibiza da ieri c'è un fascio di fiori bianchi e gialli su quel fazzoletto sterrato dove Daniele Trezza , l'imprenditore salernitano 37enne, ha perso la vita nel giorno di Ferragosto. Per ricordarlo, sul lembo di strada che conduce a Playa d'en Bossa, una delle località più gettonate della perla delle Baleari, i colori del sole e della spuma del mare, a corredo di un messaggio imbevuto del dolore degli amici: «Hai portato via tutta la nostra gioia, adesso ci sono solo lacrime, ci mancherai amico mio». Ieri mattina la mamma, il fratello Luca (che fa il cuoco a Tenerife) e gli amici più cari, hanno affollato l'obitorio del Centro de salud Can Misses per dare a "Dany", detto anche "zeppulella", l'ultimo saluto. Sono arrivati da tutta l'isola, con in testa la nutrita delegazione salernitana che considera Ibiza la sua seconda patria: l'amico del cuore Angelo Aliberti, Annapaola Infante, Chiara Castorino, Nicola Napolitano, Antonio Carbonaro, Chicca Senia, Ivo Toscano, Fortunella Fortunato e lo staff del Dc 10, insieme a quello dell'Elephant, il locale che Daniele aveva aperto da poco, coronando il sogno di marchiare con il proprio nome anche la movida spagnola, dopo i successi registrati a Milano.
Aveva aperto i battenti a fine luglio, la seconda inaugurazione c'era stata il 14 sera, poche ore prima che il 37enne se ne andasse per sempre. Non amava guidare. Girava in taxi, Daniele, raccontano gli amici. Un'abitudine acquisita nella capitale lombarda, dove si era trasferito da diciassette anni per mettere in piedi due rinomati locali del by night, dopo una giovinezza trascorsa tra il centro storico ed il lungomare salernitano. Quel giovedì mattina aveva voluto farsi prestare una 125 da un amico. «Vado e torno», aveva detto, ma l'attesa di chi gli voleva bene è stata inutile. Sulla strada per Playa d'en Bossa Daniele supera un semaforo, si posiziona sulla destra, urta il marciapiedi con una ruota posteriore e perde il controllo del mezzo che va a schiantarsi contro un palo. Sono i suoi ultimi secondi, racconterà poi un testimone alla polizia spagnola che ieri ha depositato il suo referto, consentendo la liberazione della salma. Il feretro di Daniele potrebbe rientrare a Salerno tra martedì e giovedì, a bordo di un volo diretto Napoli-Ibiza. I suoi funerali, da quanto si è appreso, saranno celebrati tra venerdì e sabato nella parrocchia di Sant'Agostino, a una manciata di metri da quella via Mazza dove il 37enne era cresciuto, circondato dai familiari e da uno stuolo di amici che lo adoravano. Questa sera, anche la sua Ibiza lo ricorderà. Fiori e candele accese nella sera del tramonto, per un saluto che sarà accompagnato dalle lacrime sconvolte di quanti ancora non riescono a credere che quel ragazzo dalla risata coinvolgente e dalla battuta facile, non ci sia più. Paola P (così si firma su Facebook una sua amica) si raccomanda: «Fate girare, venite numerosi». L'appuntamento è alle 20 al Soul beach, la spiaggia dell'anima a Es Codolor. E l'invito è stato raccolto, virtualmente, anche dagli amici salernitani che, in contemporanea, si sono ritrivati stasera alle 20.30 per una cerimonia sulla spiaggia di Santa Teresa.

 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

Trova Cinema

Tutti i cinema »

TrovaRistorante

a Salerno Tutti i ristoranti »

In edicola

Sfoglia la Città di Salerno
e ascolta la musica con Deezer.3 Mesi a soli 19,99€

ATTIVA Prima Pagina
ilmiolibro

Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.