Quotidiani locali

Droga dal Sudamerica, ventiquattro arresti

Sgominata dal blitz della squadra mobile un'organizzazione che gestiva il mercato degli stupefacenti. Approvvigionava il mercato della Piana del Sele, ma anche i quartieri di Scampia

SALERNO. Non erano turisti, ma trafficanti di droga. Di origine sudamericana, argentini in particolare, distinti e gentili, arrivano a Salerno per concordare l’acquisto di grosse partite di droga. Il luogo prescelto era un lussuoso albergo del centro di Salerno; lì gli affari si concretizzavanoe partivano gli ordinativi: hashish, eroina o cocaina, per almeno venti chilogrammi per ogni ordinativo.

Una trattativa che serviva ad approvvigionare il mercato della piana del Sele, anche se lo stupefacente acquistato finiva anche nelle piazze di spaccio controllate dagli scissionisti del clan Pagano-Amato a Scampia e Secondigliano.

Un traffico internazionale di droga bloccato con l’emissione di ventisei ordinanze di custodia cautelare in carcere, richieste dal procuratore capo Franco Roberti ed eseguite dagli agenti della squadra "mobile" di Salerno, agli ordini del vicequestore Carmine Soriente. Al momento una persona è ancora irreperibile. In molti erano giá stati oggetto di fermo da parte della "mobile", in un’operazione eseguita nel novembre scorso, nel corso della quale era stata scoperta proprio un’organizzazione che controllava il mercato della droga tra Eboli, Capaccio e Battipaglia.

A finire agli arresti sono stati:Alejandro Favio Avalo, argentino di anni 44, giá detenuto presso la casa circondariale di Civitavecchia; Vincenzo Alessandrini di Eboli (32 anni);Carmela Giorleo di Eboli (49); Daniela Barbagallo (31) di Campagna; Emilio Barretta (44) di Battipaglia; Davide Carratù (42) di Eboli, giá detenuto agli arresti domiciliari; Umberto Ciardi (38) di Salerno, giá agli arresti domiciliari; Antonio D’elia (34) di Salerno;Luciano De Caro (38) di Eboli; Giuseppe Esposito, 34 anni di Capaccio Scalo, giá detenuto presso la casa circondariale di Salerno; Massimo Esposito (40) di Eboli; Maurizio Gallo (45) di Torino;Giuseppe Giordano (39) di Eboli;Daio Iannone (33) di Salerno; Carmine Lanzetta (26) di Pontecagnano Faiano; Massimiliano Longobardi (37) di Eboli;Luigi Marotta (39) di Eboli; Francesco Nicolino (45) di Eboli; Francesco Palladino (35) di Eboli;Pasquale Perillo (53) di Eboli, giá detenuto per lo stesso procedimento agli arresti domiciliari; Aniello Pesce (32) di Eboli;Vincenzo Petrosino (38) di Sala Consilina; Gianluca Sabetta (33) di Capaccio; Annunziato Mario Scala (46) di Sicignano degli Alburni, detenuto a Viterbo.

Secondo la Dda, l’associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti era promossa e diretta da GiuseppeEsposito. Lo sviluppo investigativo è stato reso possibile anche grazie alla collaborazione con la giustizia intrapresa da alcuni indagati destinatari del precedente decreto di fermo: dichiarazioni che hanno trovato ampio riscontro nelle attivitá investigative e nelle intercettazioni telefoniche ed ambientali condotte dalla squadra "mobile".

Nel corso delle perquisizioni eseguite all’alba di ieri contestualmente agli arresti sono stati sequestrati settecento grammi di hashish (nell’abitazione di Maurizio Gallo) e 20 grammi di eronia detenuta da Dario Iannone, che ha cercato di disfarsene gettando l’involucro dalla finestra.

Inoltre, sono state sequestrate cinque autovetture di lusso e tre motocicli: beni che per gli inquirenti sono stati acquistati con il provento delle attivitá illecite dell’organizzazione.

© riproduzione riservata

Trova Cinema

Tutti i cinema »

TrovaRistorante

a Salerno Tutti i ristoranti »

In edicola

Sfoglia la Città di Salerno
su tutti i tuoi
schermi digitali. 2 mesi a soli 14,99€

ATTIVA Prima Pagina
ilmiolibro

Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.