vallo della lucania

«Equitalia abbandonata per disposizione di legge»

VALLO DELLA LUCANIA. «Il Comune di Vallo della Lucania non ha lasciato Equitalia perché inefficiente ma per ottemperare a una disposizione di legge». La precisazione è di Pietro Miraldi, assessore...

    VALLO DELLA LUCANIA. «Il Comune di Vallo della Lucania non ha lasciato Equitalia perché inefficiente ma per ottemperare a una disposizione di legge». La precisazione è di Pietro Miraldi, assessore alle politiche economiche della città, e si riferisce a un articolo pubblicato nell’edizione del 21 giugno del nostro quotidiano e riferito appunto al cambio di gestione nella riscossione dei tributi.

    «Il Decreto sviluppo – aggiunge l’assessore – prevedeva che Equitalia non dovesse più gestire la riscossione delle entrare locali a partire dal primo gennaio 2012. Il Comune si adeguò, poi, successivamente alla delibera, è intervenuta una proroga della disposizione».

    Il termine è stato spostato al primo gennaio 2013 e prevede che i comuni accertino, liquidino e riscuotano in proprio i tributi locali. Il comune di Vallo della Lucania ha pertanto approvato un bando di gara per l’individuazione del soggetto partner che dovrà provvedere a queste attività.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    24 giugno 2012

    Altri contenuti di Cronaca

    Annunci

    • Vendita
    • Affitto
    • Casa Vacanza
    • Regione
    • Provincia
    • Auto
    • Moto
    • Modello
    • Regione
    • Regione
    • Area funzionale
    • Scegli una regione
    ilmiolibro

    Oltre 300 ebook da leggere gratis per una settimana

     PUBBLICITÀ